Banner
Banner
Banner

Che cos'è la Musica Liquida?

  • PDF
29 Feb 2012
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Sempre più spesso sentiamo parlare di “musica liquida”. Ma che cos’è la musica liquida? Tranquilli, non dovete allagare casa per ascoltare un po’ di musica, ma semplicemente con il termine “musica liquida” si intende tutta quella musica che non è possibile toccare con mano.

Se compriamo un CD, appena torniamo a casa lo scartiamo, prendiamo il disco e lo inseriamo in un lettore per poterlo ascoltare e durante l’ascolto magari sfogliamo la copertina una pagina alla volta. Senza che ce ne rendiamo conto abbiamo compiuto molte operazioni utilizzando le nostre mani per un unico scopo. Che fatica eh!

Stessa cosa può essere fatta con un vinile.

Ma se ascoltiamo la musica utilizzando un lettore MP3, un computer (anche collegandolo ad un Hi-Fi) o un qualsiasi dispositivo di ultima generazione, abbiamo a nostra disposizione un enorme quantità di musica contenuta in un solo oggetto, e tutta questa musica sappiamo di averla, ma non la vediamo e non la tocchiamo.

Come un secchio può contenere una certa quantità di acqua, una memory card o disco rigido, può contenere una certa quantità di musica (o altri tipi di file). Come non è possibile tenere in mano dell’acqua, allo stesso modo non è possibile tenere in mano un file musicale. Da qui il termine “musica liquida”.

In tempi moderni, dove il tempo viene sempre più a mancare e le nostre abitazioni si fanno sempre più strette, con la musica liquida possiamo ascoltare i nostri artisti preferiti mentre siamo su un treno, quando lavoriamo o mentre facciamo sport utilizzando un semplice lettore MP3, oppure quando navighiamo in internet con il computer, o mentre siamo in auto visto che sempre più spesso le autoradio sono dotate di slot per memory card o presa USB per il collegamento di un pendrive. E non abbiamo bisogno di riempire le pareti della nostra casa per avere tutti i dischi o CD a portata di mano, anche se a mio modesto parere avrebbe ancora un certo fascino.

Esistono vari formati in cui possiamo convertire i nostri CD in musica liquida con appositi programmi. Si va da quelli di qualità inferiore come MP3, WMA, OGG, ecc.. dove una canzone pesa pochi megabyte, a quei formati che mantengono una maggiore qualità come Wave, Flac ecc.. ma dove una canzone pesa molti più megabyte. Non voglio star qui a fare una guerra tra i vari formati (anche perché non è lo scopo di questo breve articolo), quindi lascio a voi la scelta tra qualità e quantità di musica liquida da inserire nei vostri dispositivi.

Anche nel mondo del Hi-End, nomi prestigiosi come Naim (giusto per citare il primo che mi è passato per la testa), stanno sfornando apparecchi adatti all’ascolto di musica liquida, per andare sempre più incontro alle esigenze dei consumatori.

Per concludere, è doveroso ricordare a tutti i lettori che è illegale scaricare da internet materiale coperto da copyright

Banner
Banner
You are here